Situazione in Yemen

Basta guardare la cartina geografica per rendersi conto dell’importanza strategica dello Yemen e per capire come questa sporca guerra sia manovrata da interessi lontani da quei territori che contrappongono gli Stati Uniti e il loro alleato saudita all’Iran e che arricchiscono i produttori di armi sparsi per il mondo. Sono proprio questi interessi a condannare la popolazione a vivere ben al di sotto degli standard accettabili di vita. In uno Stato di oltre 24 milioni d’abitanti, infatti, il 75% degli yemeniti dipende dall’aiuto umanitario. Fame ed epidemie sono utilizzate come armi di assedio, azioni che si possono identificare in crimini di guerra.

Dobbiamo squarciare il velo di indifferenza che nasconde tutto ciò. Bisogna essere netti nel giudizio politico verso i Paesi vicini, sia nei confronti della coalizione, sia nei confronti dell’Iran e denunciare ad alta voce le responsabilità dei diversi Paesi europei nei confronti di questo conflitto. È qui che si svela l’ipocrisia europea ed è qui che abbiamo una responsabilità in più come Parlamento europeo per indicare una via di marcia per risolvere politicamente questo conflitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.