Rassegna 1-7 ottobre 2018

EUROGRUPPO

Preoccupazioni per la bozza del bilancio italiano 2019

A Lussemburgo, lunedì 1 ottobre, l’Eurogruppo ha chiesto prudenza riguardo alla traiettoria del bilancio italiano per il periodo 2019-2021: diverse c’è preoccupazione per l’impatto sul la zona euro della politica del governo italiano. “Preoccupazioni che devono essere affrontate presto”, ha dichiarato Mario Centeno, presidente dell’Eurogruppo. “L’onere per l’Italia è dimostrare che è in grado di presentare finanze pubbliche stabili e sostenibili”, ha aggiunto.

AGRICOLTURA

Il Consiglio concorda sulla lotta alle pratiche commerciali sleali

Lunedì 1 ottobre, gli Stati membri riuniti in seno al comitato speciale per l’agricoltura hanno concordato la proposta legislativa di intensificare la lotta contro le pratiche commerciali sleali nella catena di approvvigionamento alimentare. L’accordo degli Stati membri stabilirà un livello di protezione per gli agricoltori.

EP2019
Bullmann chiede che le alleanze sociali vengano ricostruite

L’europarlamentare tedesco Udo Bullmann invita i leader progressisti europei a promuovere i valori ei principi della famiglia politica in vista della campagna per le elezioni europee del maggio 2019. “Per proteggere il progetto europeo e cambiarlo, noi progressisti dobbiamo dire chiaramente e chiaramente chi siamo e chi rappresentiamo, uniti per riaffermare i nostri valori e principi storici”, ha il leader del gruppo S&D del Parlamento europeo.

DIGITALE

L’UE ratifica il trattato di Marrakech

L’Unione europea ha ratificato il trattato di Marrakech il 1° ottobre. Questo trattato contiene la possibilità di riprodurre o distribuire, senza l’autorizzazione del titolare dei diritti, opere pubblicate in un formato accessibile ai non vedenti, ipovedenti e con difficoltà di lettura di testi stampati.

EP2019

Tre candidati per Spitzenkandidaten dal Partito verde europeo

Dei quattro politici che si propongono di diventare i co-Spitzenkandidaten del Partito verde europeo, tre potranno correre ufficialmente. La tedesca Ska Keller, Petra de Sutter del Belgio e Bas Eickhout dei Paesi Bassi hanno ricevuto il sostegno di almeno cinque partiti nazionali che sono membri del partito europeo. Il prossimo passo sarà il Congresso europeo dei Verdi, che si terrà a Berlino dal 23 al 25 novembre, offrirà ai delegati l’opportunità di investire i due co-Spitzenkandidaten.

EP2019

Stubb si unisce a Weber per essere lo Spitzenkandidat PPE

Nel corso di una conferenza stampa a Strasburgo, martedì 2 ottobre, l’ex primo ministro finlandese e l’attuale vicepresidente della Banca europea per gli investimenti, Alexander Stubb, ha confermato la sua candidatura ad essere lo Spitzenkandidat del PPE. Il francese Michel Barnier, invece, ha deciso di non partecipare, poiché è frenato dal calendario dei negoziati sulla Brexit e dal suo ruolo di capo negoziatore. Il candidato del PPE sarà scelto a Helsinki il 7 e l’8 novembre.

DIGITALE

Il Parlamento dà il via libera alla riforma audiovisiva

Martedì 2 ottobre, il Parlamento europeo ha approvato le nuove regole audiovisive (452 voti favorevoli, 132 contrari e 65 astensioni). Spetta ora al Consiglio approvare la nuova direttiva affinché possa essere adottata. L’accordo prevede una migliore protezione dei minori dai contenuti nocivi, limita la proporzione della pubblicità al 20% tra le 6 e le 18 e tra le 18 e mezzanotte. Un’altra novità include il fatto che si applicherà ai video on demand e alla condivisione di video online, come YouTube e Netflix.

CLIMA

Il PE vuole ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2030

Mercoledì 3 ottobre a Strasburgo, il Parlamento europeo si è pronunciato sulla proposta di regolamento intesa a ridurre le emissioni di CO2 di veicoli leggeri dopo il 2021. Con 389 voti favorevoli, 239 contrari e 41 astenuti, il PE si è espresso a favore dell’obiettivo di ridurre le emissioni medie di CO2 del 40% entro il 2030, non solo per le nuove auto private ma anche per i nuovi veicoli commerciali leggeri, con un obiettivo intermedio del 20% entro il 2025. L’obiettivo 2030 non è certo audace quanto il 45% votato alla Commissione ambiente, ma è chiaramente più ambizioso del 30% proposto dalla Commissione europea.

ROMANIA

Commissione pronta ad agire se Bucarest

La Commissione sarà “brutale”, se necessario, nella sua valutazione della situazione dello stato di diritto e della giustizia in Romania e non esiterà a utilizzare tutti gli strumenti in suo possesso, a partire dalle procedure di infrazione. Questo è l’impegno assunto dal primo vicepresidente Frans Timmermans mercoledì 3 ottobre, preoccupato per le continue modifiche legislative in Romania, in particolare per quanto riguarda la lotta contro corruzione. Presente in aula anche il primo ministro rumeno Viorica Dăncilă.

YEMEN

Il Parlamento agli stati membri: “Non vendete armi all’Arabia Saudita”

Giovedì 4 ottobre, in una nuova risoluzione congiunta dei gruppi ECR, S&D, PPE, Verdi, EFDD, ALDE e GUE, il Parlamento ha sollecitato gli Stati membri ad astenersi dal vendere armi e qualsiasi altra attrezzatura militare all’Arabia Saudita, nonché al governo dello Yemen e altri partner del conflitto. Ancora una volta, si sono condannate le continue violenze e gli attacchi contro i civili e le infrastrutture.

EMIRATI ARABI UNITI

Il PE chiede il rilascio del difensore dei diritti umani Ahmed Mansoor

Giovedì 4 ottobre, il Parlamento europeo ha chiesto il rilascio immediato e incondizionato del difensore dei diritti umani degli Emirati Ahmed Mansoor, detenuto esclusivamente per aver esercitato pacificamente il suo diritto alla libertà di espressione. Il Parlamento europeo chiede regolarmente il rilascio di prigionieri di coscienza, ma questa risoluzione ha diviso i gruppi politici del Parlamento. La risoluzione è stata elaborata su iniziativa dei gruppi Verdi, S&D, ALDE e GUE ed è stata adottata con 322 voti favorevoli, 220 contrari e 56 astensioni: i gruppi PPE, ECR e ENF hanno votato principalmente contro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.