Presidente DROI Panzeri sull’adesione della Malesia alla Corte penale internazionale

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190306IPR30482/statement-by-droi-chair-panzeri-on-malaysia-s-accession-to-the-icc

Per quanto riguarda l’adesione della Malesia alla CPI, il presidente della sottocommissione per i diritti dell’uomo del Parlamento, Antonio Panzeri, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Accogliamo con favore la decisione della Malesia di aderire allo Statuto di Roma della Corte penale internazionale. Ciò riflette un forte impegno del paese a favore dei diritti umani, dello stato di diritto e della giustizia e invia un chiaro segnale sull’importanza del sistema di giustizia penale internazionale per combattere l’impunità e prevenire i crimini più gravi previsti dal diritto internazionale”.

“Con questa ratifica, il paese accetta la giurisdizione del Tribunale internazionale per i crimini di genocidio, crimini contro l’umanità, crimini di guerra e crimini di aggressione. La mossa della Malesia accresce l’appartenenza allo Statuto di Roma in una delle regioni più sottorappresentate all’interno del sistema ICC. Speriamo che l’esempio della Malesia incoraggi altri paesi del sud-est asiatico a ratificare il trattato istitutivo della CPI “, ha sottolineato Panzeri.

Background

Il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo nel 2017 e sulla politica dell’Unione europea in materia nel dicembre 2018. Il Parlamento ha preso atto del ruolo chiave svolto dalla Corte penale internazionale (CPI) nei casi in cui gli Stati interessati non sono in grado o non vogliono esercitare la loro giurisdizione. Il Parlamento ha incoraggiato tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite a ratificare e attuare lo Statuto di Roma della CPI.