Il mio intervento in Plenaria sulla situazione in Libia

intreventiGuarda il video

Signor Presidente, onorevoli colleghi, il conflitto libico ha ampie ripercussioni sull’economia e la sicurezza di tutto il bacino del Mediterraneo. Il rischio di un’escalation del conflitto a livello regionale è reale. Il caos che oggi è imperante e la massiccia quantità di armi a disposizione possono trasformare il paese in un territorio ideale per l’attività e la formazione di gruppi estremisti, ISIS compreso come abbiamo visto.

In questo quadro è necessario agire, uscendo dallo stato di disattenzione che ha caratterizzato la politica europea per diverso tempo. L’emergenza libica deve essere risolta obbligando tutte le rappresentanze libiche a sedersi al tavolo allargato a partire, certo, da Ginevra sulla base del lavoro che va sostenuto di Bernardino León. Quest’offensiva diplomatica non va assolutamente sprecata, perché è decisiva per trovare una soluzione politica e deve essere facilitata dal ruolo dei paesi vicini e deve essere favorita dall’Europa. Questo è il compito urgente che abbiamo oggi nella piena consapevolezza, da un lato, che per la società politica libica, senza una conclusione positiva dei negoziati, sarà ancora più caos e disastro e, dall’altro, per l’Europa che dopo gli errori fatti non può più sbagliare o si troverà dinanzi una deriva molto pericolosa.

Di seguito la risposta al mio collega

intreventi2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *