Le sanzioni Usa sull’Iran faranno il gioco degli ultra conservatori

Penso che Trump non vincerà la sua scommessa con l’Iran.

Con l’uscita dall’accordo sul nucleare e l’avvio delle sanzioni, l’Amministrazione americana ha fatto tre scommesse: fermare l’arricchimento dell’uranio, costringere gli altri firmatari a ritirare la propria adesione penalizzando le aziende europee, far crollare il regime iraniano sotto la pressione economica. Realisticamente non vincerà soprattutto la terza scommessa.

Come molti osservatori hanno fatto notare, l’accordo sul nucleare aveva favorito la parte moderata guidata dal presidente Rouhani ai danni della parte conservatrice della guida suprema khamenei

La reintroduzione delle sanzioni farà il gioco solo degli ultra conservatori, quelli da che da sempre sono contrari al dialogo con gli Stati Uniti e l’occidente in generale. Perciò è difficile che le sanzioni imposte da Trump possano stimolare grandi cambiamenti nella politica iraniana se non in peggio, anche per i diritti umani.

Per tutto questo io ritengo che l’Europa non deve avere paura e perseguire fino in fondo i rapporti di collaborazione con l’Iran, certo ponendo le questioni che deve porre, ma con forza e determinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.