Iran: per il rilascio di Nasrin Sotoudeh e fermare le persecuzioni alle donne difensori dei diritti umani

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20190308IPR30906/iran-release-nasrin-sotoudeh-and-stop-persecuting-women-human-rights-defenders

 

Per quanto riguarda il caso del noto avvocato iraniano per i diritti umani Nasrin Sotoudeh, il vicepresidente del PE Heidi Hautala e Pier Antonio Panzeri, presidente della sottocommissione per i diritti umani del Parlamento europeo, hanno dichiarato:

“Siamo preoccupati per la situazione di Nasrin Sotoudeh, arrestato lo scorso giugno e condannato nel dicembre 2018 a una pena di cinque anni di prigione. Il processo si è svolto in contumacia e durante il processo non è stata rappresentato da un avvocato”.

Le accuse contro Sotoudeh sono politicamente motivate: diffusione della propaganda, appartenenza a gruppi illegali, incoraggiare la gente a commettere corruzione e prostituzione e apparire senza l’hijab sancito dalla sharia.

Nasrin Sotoudeh è rinomato a livello internazionale per la sua lotta pacifica per le libertà personali e politiche in Iran. Prima del suo arresto, ha rappresentato attivisti e giornalisti, oltre a difendere le vittime di abusi sui minori e altri casi criminali. Nel 2012, il Parlamento europeo ha assegnato a Nasrin il prestigioso Premio Sakharov.

Heidi Hautala ha dichiarato: “Nella Giornata internazionale della donna, è importante sottolineare che Nasrin è un avvocato che ha difeso pacificamente le donne iraniane che fanno campagna contro il codice di abbigliamento obbligatorio del paese e i limiti imposti dalla gerarchia religiosa”. “L’Iran deve fermare gli avvocati carcerari per aver fatto il loro lavoro. Il suo sistema giudiziario deve garantire il diritto di tutti gli imputati a un consulente legale di loro scelta. Nasrin Sotoudeh dovrebbe essere rilasciato immediatamente e incondizionatamente “, ha aggiunto Panzeri.