INTERVISTA – 70 anni di diritti


Radio Articolo 1

“Tra la Dichiarazione dei Diritti umani e la costruzione del percorso europeo c’è una netta interazione. L’Europa è stata costruita proprio su quel tipo di fondamenta. Quando affermiamo che l’Europa è la culla dei diritti, questo trae linfa da quella dichiarazione e dall’integrazione effettiva che l’Europa ha fatto di quella dichiarazione.

Tuttavia, serve una adeguata consapevolezza perché il movimento per i diritti umani sta attraversando notevoli difficoltà. Abbiamo avuto decenni di conquiste, ma oggi molti paesi sembrano aver fatto dei passi indietro. Questo segnala che c’è un movimento contro i diritti umani: in molti paesi leader populisti esprimono un disprezzo sistematico nei confronti dei diritti umani e di chi li difende. Abbiamo di fronte una nuova sfida. Saremo in grado di affrontarla se riusciremo a integrarla con la battaglia per lo spazio sociale ed economico, una battaglia per l’uguaglianza. La crescita della disuguaglianza dovuta agli effetti del processo di globalizzazione ha prodotto enormi problemi anche allo stesso movimento per i diritti umani.

La battaglia contro la disuguaglianza è indispensabile perché crea un movimento molto più largo, non lascia semplicemente ai cosiddetti specialisti dei diritti umani questa battaglia così importante, la integra, allarga la base e crea le condizioni per uno spostamento in avanti di questa battaglia. Quindi, anche dall’esperienza storica, sempre di più si pone la questione sociale al fianco della battaglia per i diritti umani”.

Ascolta tutta l’intervista https://www.radioarticolo1.it/audio/2018/12/13/38737/70-anni-di-diritti