Il presidente DROI chiede rilascio e assistenza medica urgente per le attiviste dei diritti umani in Iran

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20180315IPR99813/release-and-urgent-medical-help-for-women-human-rights-defenders-in-iran

Allarmato dalla detenzione di due donne attiviste per i diritti umani in Iran, il presidente della sottocommissione per i Diritti umani (DROI), Pier Antonio Panzeri (S&D, IT), ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Sono gravemente preoccupato per la detenzione e per il trattamento crudele, inumano e degradante di Atena Daemi e Golrokh Ebrahimi Iraee nella prigione di Shahr-e Rey. Sono considerate prigioniere di coscienza da organizzazioni per i diritti umani attendibili e stanno scontando una lunga e ingiusta reclusione in seguito a sentenze basate esclusivamente sul loro pacifico lavoro sui diritti umani.

Pertanto esorto le autorità iraniane a rilasciarle immediatamente e incondizionatamente.

Golrokh Ebrahimi Iraee e Atena Daemi dovrebbero ricevere cure mediche e cure urgenti e adeguate a causa del loro stato di salute fragile e deteriorato dal loro lungo sciopero della fame e dai maltrattamenti, comprese molestie e attacchi fisici da parte di altri detenuti e guardie. Chiedo all’amministrazione penitenziaria e alle autorità competenti di garantire contatti regolari con i familiari, comprese visite in carcere e telefonate. Invito inoltre le autorità a prendere misure immediate per migliorare le condizioni di detenzione e le strutture della prigione di Shahr-e Rey”.