Il Parlamento piange il premio Sakharov Lyudmila Alexeyeva

Dichiarazione di Pier Antonio Panzeri, presidente della sottocommissione per i diritti umani, e Heidi Hautala, vicepresidente del Parlamento europeo.

“Lyudmila Alexeyeva era un faro dell’umanità e un simbolo di resistenza. La lotta per i diritti umani l’ha accompagnata lungo tutta la sua vita. I difensori dei diritti umani sono ancora perseguitati e privati ​​del loro diritto alla libertà di espressione in Russia. L’incrollabile ottimismo di Alexeyeva nella speranza di vedere un giorno la democrazia e lo stato di diritto nel suo paese dovrebbe incoraggiarci a non rinunciare alla lotta per la libertà in Russia “, ha affermato Panzeri.

Hautala ha aggiunto: “Il Parlamento europeo ha trovato nel suo premio Sakharov, Alexeyeva, un alleato di valore inestimabile nel difendere la dignità umana. Sono profondamente grata per questo. Il Parlamento apprezza l’eredità di Lyudmila Alexeyeva, in quanto conferisce il Premio Sakharov 2018 questo mercoledì al regista ucraino Oleg Sentsov che un tribunale russo ha condannato a 20 anni di carcere”.

Insieme a Andrei Sakharov e altri, Lyudmila Alexeyeva fondò il Gruppo di Helsinki di Mosca nel 1976 e, più tardi nel 1988, il Memorial dei diritti umani. Nel 2009, il Parlamento europeo l’ha premiata con Oleg Orlov e Sergei Kovalev con il Premio Sakharov per la libertà di pensiero a nome di Memorial e tutti gli altri difensori dei diritti umani in Russia.

http://www.europarl.europa.eu/news/en/press-room/20181210IPR21417/parliament-mourns-the-death-of-sakharov-prize-laureate-lyudmila-alexeyeva