Ibrahim Halawa è finalmente libero

Ibrahim Halawa è stato rilasciato dopo quattro anni trascorsi in un carcere egiziano con l’accusa, in seguito alla partecipazione a una protesta pacifica, di aver incoraggiato azioni di violenza, rivolte e sabotaggio.

Ibrahim è un cittadino irlandese che aveva 17 anni quando nel giugno 2013, come ogni estate, andò in Egitto per fare visita ai suoi cugini. Nell’agosto di quell’estate, Ibrahim partecipò a una manifestazione pacifica che si svolgeva al Cairo. La situazione degenerò in fretta e l’episodio fu pretesto per una violenta repressione da parte delle forze di sicurezza che conseguentemente arrestarono molti manifestanti tra cui il giovane irlandese.

 

Sono passati più di quattro anni da quell’avvenimento e in questo periodo tanti si sono fatti portavoce della situazione di Ibrahim, tra cui anche il Parlamento europeo approvando nel dicembre 2015 una risoluzione inerente al caso.

 

Lo scorso martedì 24 ottobre, Ibrahim è finalmente tornato in Irlanda.

Notizie di questo genere sono purtroppo rare, e per questo vanno sottolineate con forza perché rappresentano un grandissimo segnale di speranza per le tante persone, attivisti, difensori di diritti umani, giornalisti, avvocati imprigionati ingiustamente ovunque.

Se da un lato accogliere con soddisfazione la decisone della corte di giustizia egiziana di far decadere tutte le accuse nei confronti di Ibrahim, dall’altro non possiamo dimenticare i tanti che sono ancora oggi reclusi in Egitto.

Per questo motivo è doveroso che il Parlamento Europeo continui a chiedere con determinazione al governo egiziano di procedere alla liberazione di tutti coloro che sono incarcerati perché hanno esercitato liberamente i loro diritti di pensiero, espressione, associazione e manifestazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *