Home » Europa » Elezione dell’Arabia Saudita a membro della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione femminile (discussione)

Elezione dell’Arabia Saudita a membro della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione femminile (discussione)

Pier Antonio Panzeri (S&D).–Signor Presidente, onorevoli colleghi, è difficile nascondere le forti contrarietà causate dal voto che ha eletto l’Arabia Saudita nella Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione femminile: è un paese ultraconservatore privo di diritti e nel quale le donne subiscono sistematiche discriminazioni.

 

Che dire? Questa elezione rappresenta uno schiaffo al buon senso e non c’è nessuna ragione di Stato che vieti di dirlo con forza e determinazione. Ora Lei, commissario, ha suggerito una strada intrisa di realismo politico, che afferma:”non è stata l’Europa, ma alcuni Stati membri a votare a favore. Ormai il voto c’è stato, non si può tornare indietro, lavoriamo per far cambiare le cose a Riyadh”.

Io ho l’impressione che questo Suo realismo politico dovrà fare i conti con quei paesi europei che hanno votato “sì” all’Arabia Saudita per ottenere in cambio, o continuare, il commercio anche di armi, e che non hanno in testa i diritti. E quindi vorrei capire da Lei, questa sera, quali strumenti l’Unione europea vuole utilizzare per cambiare davvero le cose a Riyadh.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*