Dichiarazione dei presidenti AFET e DROI in seguito alla condanna di Oyub Titiev

Condannando la sentenza di Oyub Titiev a quattro anni in colonia penale, i presidenti della Commissione per gli Affari esteri, David McAllister, e della Sottocommissione per i Diritti umani, Antonio Panzeri, hanno dichiarato:

“Condanniamo fermamente la sentenza inflitta a Oyub Titiev, un importante difensore dei diritti umani e direttore del Centro commemorativo per i diritti umani nella Repubblica cecena, e chiediamo alle autorità russe di provvedere immediatamente alla sua liberazione La condanna di Oyub Titiev segnala che le autorità reprimono coloro che lavorano per proteggere e promuovere i diritti umani invece che quelli che commettono violazioni dei diritti umani in Cecenia.

Vogliamo sottolineare l’importanza della società civile e di organizzazioni come il Memorial Human Rights Centre e trasmettere il messaggio che gli attivisti della società civile devono essere liberi di esercitare i loro più basilari diritti di libertà di pensiero e libertà di espressione”.

Background

Il Memorial Human Rights Centre ha vinto l’annuale Premio Sacharov del Parlamento europeo, in memoria dell’attivista uccisa Natalya Estemirova, nel 2009. Oyub Titiev, il suo successore alla direzione del Centro nella Repubblica cecena, è stato condannato a quattro anni di pena sentenza della colonia lunedì 18 marzo, dopo essere stata arrestata e detenuta per la prima volta dal 9 gennaio 2018. Il Premio Sakharov è stato assegnato dal Parlamento europeo ogni anno dal 1988 a persone o organizzazioni che hanno dato un contributo importante alla lotta per i diritti umani o democrazia.