Home » Scritti

Scritti

Trump in visita diplomatica in Arabia Saudita

Sembrano passati decenni, anziché pochi mesi, da quando Donald Trump, nella corsa per la nomination repubblicana e poi per la Casa Bianca, faceva parlare di sé per le sue posizioni sul mondo musulmano. In quei giorni concitati il tycoon americano aveva lanciato messaggi difficili da dimenticare: in primo luogo che l’Islam odiasse l’Occidente e inoltre che tracciare una linea di ...

Leggi tutto »

Editoriale newsletter Maggio

In aprile è stato pubblicato un articolo sul giornale russo indipendente “Novaja Gazeta”, che denunciava il rapimento e la detenzione in Cecenia di oltre un centinaio di uomini, gay o considerati e percepiti come tali. Questo blitz pare essere avvenuto nell’ambito di una campagna presumibilmente organizzata dalle autorità e dalle forze di sicurezza della repubblica su ordine diretto del presidente ...

Leggi tutto »

Immigrazione: l’Italia non può pagare per tutti

Si è tenuta il 12 e 13 maggio a  Roma l’Assemblea dell’Unione per il Mediterraneo, l’organizzazione intergovernativa composta dai  membri dell’UE e da 15 Paesi del Mediterraneo meridionale e orientale. La globalizzazione e l’esito contraddittorio dei cambiamenti intervenuti dal 2011 in alcuni paesi nordafricani, fanno del “nostro mare” l’epicentro delle difficoltà mondiali,  che dall’economia si sono trasferite alla società ed ...

Leggi tutto »

Algeria “elezioni senza significato”

Il quotidiano francese Le Monde le ha definite “elezioni senza significato”. E in effetti le elezioni legislative algerine, che si sono svolte il 4 maggio, hanno restituito l’immagine di un Paese immobile e incapace di rinnovarsi. A prevalere è stato, ancora una volta, lo status quo. La distribuzione dei seggi dell’Assemblea Popolare Nazionale – il Parlamento algerino – ha confermato ...

Leggi tutto »

La sfida della monarchia saudita per il futuro

Sono trascorsi alcuni mesi dal lancio di Vision 2030, il piano di riforme economiche portato avanti da Mohamed Ben Salman, principe ereditario del re Salman. L’oro nero, il cui prezzo è calato vertiginosamente negli ultimi anni, non sembra più in grado di mantenere gli standard di ricchezza a cui erano abituati i sauditi. Così la monarchia si è trovata di ...

Leggi tutto »

Ebrei ei Palestinesi si fanno la guerra nei libri di scuola

I libri di scuola sono un elemento importante per educare le nuove generazioni; proprio per questo in alcuni casi possono anche diventare terreno di scontro ed essere utilizzati per rivendicare la propria identità nazionale o i propri diritti storici. Questo tipo di dinamica è evidente più che altrove nei rapporti fra Israele e Palestina: da tempo ogni parte accusa l’altra ...

Leggi tutto »

Da oggi Ankara torna a far parte del Medioriente

bandieraturchia

Recep Tayyip Erdogan sembra aver vinto la sua scommessa. Il referendum costituzionale ha sancito il consenso della popolazione turca al piano di accentramento di poteri dell’attuale presidente. Certo, non si tratta di un plebiscito: la differenza fra chi ha votato sì e chi si è opposto alla proposta di riforma è ristretta, e i partiti contrari al progetto politico di ...

Leggi tutto »

Quel clima di impunità che spaventa

L’ISIS non ha tardato a rivendicare l’attentato che, in Egitto, ha colpito la minoranza religiosa copta che stava celebrando la domenica delle Palme. A essere prese di mira, due chiese nelle località di Tanta e Alessandria. Le vittime sono una quarantina, molti di più i feriti. I copti egiziani sono la più ampia minoranza del Paese: costituiscono infatti il 10% ...

Leggi tutto »

Editoriale newsletter Aprile

“Immagini sconvolgenti, l’umanità è morta oggi in Siria”, ha dichiarato il portavoce di Unicef-Italia. Queste parole riassumono, seppur nella loro brevità, ciò che è accaduto in Siria nei giorni scorsi: il conflitto ha raggiunto (ormai da tempo) livelli disumani e non più accettabili. Il bilancio per la popolazione siriana è drammatico: i morti sono incalcolabili; dei 22 milioni di abitanti, ...

Leggi tutto »

Quei profughi siriani accolti in Turchia e trattati da schiavi

Dopo sei anni di guerra, il bilancio per la popolazione siriana è drammatico: dei 22 milioni di abitanti, la metà ha dovuto abbandonare le proprie case. Secondo un’analisi dell’UNHCR, l’Agenzia ONU dei rifugiati, oltre sei milioni di rifugiati si trovano ancora all’interno del Paese; un milione e duecentomila persone hanno raggiunto l’Europa, dove una parte consistente (quasi 300 000 persone) ...

Leggi tutto »

In Africa il vero problema è l’accesso all’acqua

terra

In occasione della giornata mondiale sull’Acqua, le Nazioni Unite hanno lanciato un allarme: a causa dei cambiamenti climatici, uniti all’azione dell’uomo, entro il 2040 potrebbero esserci 600 milioni di bambini senza accesso all’acqua potabile. Questa scarsità colpirà soprattutto i Paesi che, da tempo, soffrono per condizioni di siccità alle quali si aggiungono conflitti e guerre: Etiopia, Nigeria, Sud Sudan, Somalia, ...

Leggi tutto »

L’Egitto di Al Sisi non è l’Egitto che si aspettavano i tanti cittadini di Piazza Tahir

L’Egitto di Al Sisi non è, probabilmente, l’Egitto che si aspettavano i tanti cittadini che avevano animato pieni di speranza Piazza Tahir. La scarcerazione di Hosni Mubarak rappresenta un simbolico sigillo per l’epoca di grandi aspettative e richieste di libertà che pare essersi ormai chiusa definitivamente per il popolo egiziano. L’ormai anziano ex leader, che aveva governato l’Egitto col pugno ...

Leggi tutto »

Si torna a parlare di carestia in Africa

Dopo diversi anni in cui questo termine non veniva usato, si torna a parlare di carestia in Africa. Fra i Paesi colpiti anche la Somalia, dove in quarantotto ore sono morte di fame un centinaio di persone. A dichiarare la calamità sono statele Nazioni Unite, che hanno evidenziato lo stesso rischio anche in Nigeria, Yemen e Sud Sudan. Lo stato ...

Leggi tutto »

Libia, l’unica soluzione è l’accordo con tutti come vuole il Cremlino

A poche settimane dalla firma dell’accordo fra il Governo italiano e quello libico di Serraj sulla gestione migratoria, arrivano cattive notizie dall’area di Al Sidra e Ras Lanuf. Le milizie jihadiste di Bengasi hanno avuto la meglio sulle forze del generale Khalifa Haftar, uomo forte del governo di Tobruk, conquistando due porti strategici per la lavorazione e il commercio di ...

Leggi tutto »

Congo in pericolo: la guerra civile sempre più vicina

Etienne Tshisekedi, storico rivale della dinastia dei Kabila in Congo, è morto in esilio. Con lui viene meno una figura autorevole che aveva cercato di affrontare gli oppositori politici – prima Mobutu, poi i due Kabila – con metodi pacifici. Il leader lascia soli coloro che oggi vorrebbero una transizione senza spargimenti di sangue nel Paese. Il secondo mandato di ...

Leggi tutto »