Categoria: Notizie in primo piano

Editoriale newsletter novembre

La plenaria che si è appena conclusa è stata particolarmente densa e importante. L’evento principale è stato l’intervento del Papa di fronte all’assemblea degli eletti. Erano 25 anni che un Pontefice non visitava il Parlamento Europeo. Ricordando la visita di Papa Giovanni Paolo II, Papa Francesco ha rimarcato che molto è cambiato da quegli anni:…

Questo l’indirizzo di saluto che ho rivolto a Denis Mukwege

La coincidenza vuole che l’uomo che ripara le donne sia premiato nella settimana della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne Intervento a nome del gruppo S&D alla riunione straordinaria congiunta delle Commissioni Affari Esteri, Commissione Sviluppo e Commissione Diritti umani sul conferimento del Premio Sakharov 2014 al Dott. Denis Mukwege A nome del gruppo…

Libia nel caos, ora Bruxelles deve occuparsene

bandiera europea

La pace sembra un orizzonte sempre più remoto per la Libia. A Derna, città costiera del Mediterraneo situata fra Tobruk e Bengasi, da qualche settimana gli estremisti di Ansar al Sharia hanno stabilito una vera e propria enclave dello Stato Islamico. Anche se le prime avvisaglie della conquista risalgono al 3 ottobre, soltanto alla fine…

Ancora attentati e morti in Israele. L’UE si faccia sentire

Continuano gli scontri a Gerusalemme Est. La tensione, che si era parzialmente affievolita a seguito del cessate il fuoco dello scorso agosto, è tornata a crescere nelle ultime settimane. Il 22 ottobre un arabo israeliano (così vengono definiti i palestinesi che risiedono a Gerusalemme Est) ha investito con la sua auto un gruppo di persone…

La vittoria dei laici è una ventata di speranza per Tunisi

Nei giorni scorsi ho avuto l’occasione di recarmi in Tunisia per una missione di osservazione del Parlamento Europeo per l’importante appuntamento elettorale del 26 ottobre. Nei mesi precedenti alla contesa elettorale la Tunisia è stata guidata da un governo tecnocratico. Forti contestazioni avevano infatti costretto il partito maggioritario Ennahda a cedere le redini del potere.…

La ragazza impiccata e il coraggio che manca all’Iran

Si può morire per legittima difesa? Pochi giorni fa, a Teheran, è stata giustiziata una giovane donna. Il suo nome era Reyhaneh Jabbari ed era stata chiamata in giudizio nel 2009 con l’accusa di aver ucciso l’uomo che aveva tentato di stuprarla. Morteza Abdolali Sarbandi era un ex dipendente del Ministero dell’intelligence di Teheran. Aveva…

Editoriale newsletter di ottobre

Europa solidale

Cari amici, in questi giorni l’architettura europea dei prossimi cinque anni è stata definita. Dalle elezioni dello scorso maggio, infatti, è terminato il processo attraverso il quale si stabiliscono le cariche nelle varie istituzioni europee, l’ultimo atto è stata l’elezione della commissione europea con il voto a Strasburgo avvenuto mercoledì scorso. Anche il Parlamento Europeo…