Algeria: si eviti di passare da elezioni senza Bouteflika a una permanenza di Bouteflika senza elezioni

In Algeria le manifestazioni si ripetono continuamente, sono manifestazioni gigantesche e pacifiche che non lasciano alcun dubbio sul pensiero di gran parte degli algerini.

Le proteste inizialmente rivolte contro l’ipotesi del quinto mandato a cui aspirava Bouteflika ora richiedono di chiudere rapidamente la fase di transizione. In sostanza ciò che si vuole evitare è che si passi da una richiesta di elezioni senza Bouteflika ad una permanenza di Bouteflika senza elezioni. Per questo è indispensabile che per parte nostra si indichi la strada di una transizione ragionevole perché è assolutamente importante che si possa assicurare all’Algeria un quadro di stabilità nel quale democrazia, diritti e riforme siano elementi centrali.

Io mi auguro che l’attivazione dell’articolo 102 della costituzione algerina possa essere un primo passo, anche se non basta. In questa direzione infine è necessario che l’Unione Europea, la sua politica estera, si occupi con maggiore determinazione di questo paese perché dalla sua transizione equilibrata dipende anche il futuro di tutta la regione.